Sbiancamento Denti

23 Settembre 2018 admin

Ferma restando l’importanza di una detartrasi periodica, ogni 6-12 mesi, è possibile rivolgersi nel nostro studio anche per sottoporsi ad un trattamento sbiancante di odontoiatria cosmetica professionale (bleaching).

La tecnica maggiormente utilizzata si esegue infatti direttamente in poltrona e viene per questo definita “sbiancamento dei denti professionale di studio“. In particolare la procedura innovativa utilizzata nel nostro studio sfrutta l’azione di agenti sbiancanti chimici a base di perossido di idrogeno al 35-38% che, una volta miscelato si attiva rilasciando come prodotto della reazione ossigeno; quest’ultimo,una volta liberato, penetra nella struttura del dente, innescando reazioni di ossido-riduzione che scompongono le molecole delle macchie in composti più piccoli, incolori e facilmente eliminabili.

L’intensità dello sbiancamento dipende ovviamente da diversi fattori:

Dalla concentrazione del principio attivo e dal suo tempo di posa sui denti.
Dal tipo di caratteristiche di croma e valore intrinseco dell’elemento
Dalle abitudini alimentari del paziente
Da eventuali abitudini viziate ( fumo, abuso di particolari cibi e bevade pigmentant)

In ogni caso, compatibilmente con l’esperienza del dentista, un intervento professionale garantisce il miglior risultato possibile.

Effetti indesiderati
Data la sempre migliore qualità dei materiali da noi utilizzati ( che ormai hanno ph neutri ed incredibilmente delicati ) i potenziali effetti indesiderati come eccessiva sensibilità termica ed irritazione gengivale sono ormai minimi e scarsamente denunciati dai nostri pazienti dopo i trattamenti. Questi disturbi infatti vengono prevenuti alla radice proteggendo le gengive, la lingua e le labbra con presidi utili anche per aumentare il confort della seduta. Leggere gengiviti tendono comunque a presentarsi al termine del trattamento, salvo poi regredire spontaneamente nelle 24-48 ore successive.

N.B:
La presenza di carie, tartaro o gengiviti impone una preventiva risoluzione del problema attraverso sedute di igiene professionale ed eventuali cure conservative. L’intervento, inoltre, è sconsigliato ai ragazzi di età inferiore ai 14 anni e alle donne in gravidanza o in periodo di allattamento. Dopo la seduta è importante evitare per almeno 24 ore il fumo e l’assunzione di cibi e bevande coloranti.

, , , ,